Nazionale di calcio femminile della Germania -Germany women's national football team

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera

Germania
Stemma della maglia/crema dell'associazione
Soprannome) DFB-Frauenteam
(DFB femminile)
DFB-Frauen
(DFB-donne)
Associazione Federcalcio tedesca
(Deutscher Fußball-Bund, DFB)
Confederazione Uefa
Capo allenatore Martina Voss-Tecklenburg
Capitano Alessandra Popp
La maggior parte delle maiuscole Birgit Prinz (214)
Miglior marcatore Birgit Prinz (128)
Codice FIFA GER
I primi colori
Secondi colori
Classifica FIFA
Attuale 2 Aumento3 (5 agosto 2022)
Più alto 1 (ottobre 2003 – 2007, dicembre 2014 – giugno 2015, marzo 2017)
Il più basso 5 (giugno 2022)
Primo internazionale
Germania Ovest 5–1 Svizzera ( Coblenza, Germania Ovest; 10 novembre 1982)
La vittoria più grande
Germania 17-0 Kazakistan ( Wiesbaden, Germania; 19 novembre 2011)
La più grande sconfitta
Stati Uniti 6-0 Germania ( Decatur, Stati Uniti; 14 marzo 1996)
Coppa del Mondo
Apparizioni 8 ( primo nel 1991 )
Miglior risultato Campioni ( 2003, 2007 )
Campionato Europeo
Apparizioni 11 ( primo nel 1989 )
Miglior risultato Campioni ( 1989, 1991, 1995, 1997, 2001, 2005, 2009, 2013 )
Giochi olimpici estivi
Apparizioni 5 ( primo nel 1996 )
Miglior risultato 1° posto, medaglia d'oroMedaglia d'oro ( 2016 )
Nazionale di calcio femminile della Germania nel 2012

La nazionale di calcio femminile tedesca ( in tedesco : Deutsche Fußballnationalmannschaft der Frauen ) rappresenta la Germania nel calcio femminile internazionale . La squadra è governata dalla Federcalcio tedesca (DFB).

La nazionale tedesca è una delle squadre di maggior successo nel calcio femminile. Sono due volte campioni del mondo, avendo vinto i tornei 2003 e 2007 . La squadra ha vinto otto dei tredici Campionati Europei UEFA, conquistando sei titoli consecutivi tra il 1995 e il 2013. Insieme all'Olanda, sono una delle due nazioni che hanno vinto sia il torneo europeo femminile che quello maschile . La Germania ha vinto l'oro olimpico nel 2016, dopo tre medaglie di bronzo consecutive al Torneo olimpico di calcio femminile, finendo terza nel 2000, 2004 e 2008 . Birgit Prinz detiene il record per il maggior numero di presenze ed è il capocannoniere di tutti i tempi della squadra. Prinz ha anche stabilito record internazionali; ha ricevuto tre volte il premio FIFA World Player of the Year ed è il secondo capocannoniere assoluto alla Coppa del Mondo femminile.

Il calcio femminile è stato a lungo accolto con scetticismo in Germania e le partite ufficiali sono state bandite dalla DFB fino al 1970. Tuttavia, la squadra nazionale femminile è cresciuta in popolarità da quando ha vinto la Coppa del Mondo nel 2003, poiché è stata scelta come squadra sportiva dell'anno tedesca . A giugno 2022, la Germania è al 2° posto nella classifica mondiale femminile FIFA .

Storia

Storia antica

Nel 1955, la DFB decise di vietare il calcio femminile in tutti i suoi club della Germania Ovest . Nella sua spiegazione, il DFB ha citato che "questo sport da combattimento è fondamentalmente estraneo alla natura delle donne" e che "il corpo e l'anima subirebbero inevitabilmente danni". Inoltre, "l'esibizione del corpo viola l'etichetta e la decenza". Nonostante questo divieto, negli anni '50 e '60 furono giocate più di 150 partite internazionali non ufficiali. Il 30 ottobre 1970, il divieto di calcio femminile è stato revocato alla convention annuale della DFB.

Altre federazioni calcistiche avevano già formato squadre nazionali femminili ufficiali negli anni '70, la DFB è rimasta a lungo non coinvolta nel calcio femminile. Nel 1981, l'ufficiale della DFB Horst R. Schmidt fu invitato a inviare una squadra al campionato mondiale di calcio femminile non ufficiale . Schmidt ha accettato l'invito ma ha nascosto il fatto che la Germania Ovest non aveva una squadra nazionale femminile in quel momento. Per evitare l'umiliazione, la DFB ha inviato i campioni di club tedeschi Bergisch Gladbach 09, che hanno vinto il torneo e hanno ripetuto la stessa impresa tre anni dopo, nel 1984. Vedendo la necessità, la DFB ha fondato la squadra nazionale femminile nel 1982. Il presidente della DFB Hermann Neuberger ha incaricato Gero Bisanz, istruttore del Cologne Sports College, di costituire la squadra.

1982–1994: inizi difficili e primi titoli europei

Nel settembre 1982 Bisanz organizzò due corsi di formazione per scouting dai quali selezionò una rosa di 16 giocatori. La prima partita internazionale della squadra si è svolta il 10 novembre 1982 a Coblenza . Seguendo la tradizione della squadra maschile, la Svizzera è stata scelta come prima avversaria della Germania Ovest. Doris Kresimon ha segnato il primo gol in nazionale al 25'. Nel secondo tempo, la 18enne Silvia Neid ha contribuito con due gol alla vittoria per 5-1; Neid è poi diventato vice allenatore nel 1996 e capo allenatore nel 2005.

Con cinque pareggi e una sconfitta, la Germania Ovest non è riuscita a qualificarsi per il Campionato Europeo inaugurale del 1984, finendo terza nel girone di qualificazione. All'inizio, l'obiettivo principale di Bisanz era quello di colmare il divario con i paesi scandinavi e l' Italia, allora le squadre più forti d'Europa. Ha sottolineato la formazione nelle abilità di base e la necessità di un programma efficace per i giovani. A partire dal 1985, Bisanz ha richiamato sempre più giocatori più giovani, ma all'inizio ha avuto scarso successo con questo concetto, poiché la Germania Ovest non è riuscita ancora una volta a qualificarsi per le finali del Campionato Europeo 1987 .

Imbattuta e senza subire gol, la squadra tedesca si qualificò per la prima volta all'Europeo nel 1989; il torneo si è giocato in casa nella Germania Ovest. La semifinale contro l'Italia è stata la prima partita internazionale di calcio femminile trasmessa in diretta dalla televisione tedesca. La partita è stata decisa dai calci di rigore, in cui il portiere Marion Isbert ha parato tre calci di rigore e ha segnato lei stessa il rigore vincente. Il 2 luglio 1989 a Osnabrück, la Germania Ovest ha giocato la finale contro la Norvegia . Davanti a una folla di 22.000 spettatori, hanno battuto la favorita Norvegia e hanno vinto 4-1 con i gol di Ursula Lohn, Heidi Mohr e Angelika Fehrmann. Questa vittoria ha segnato il primo titolo internazionale della squadra.

Dopo la riunificazione tedesca, la federazione calcistica della Germania dell'Est si unì alla DFB. La squadra nazionale di calcio femminile della Germania dell'Est aveva giocato solo una partita internazionale ufficiale, perdendo 0–3 contro la Cecoslovacchia in un'amichevole il 9 maggio 1990. La squadra tedesca unificata ha difeso con successo il titolo al Campionato Europeo 1991 . Dopo aver vinto tutte le partite del girone di qualificazione, la Germania ha incontrato nuovamente l'Italia in semifinale, questa volta vincendo 3-0. Il 14 luglio 1991, la squadra tedesca ha affrontato ancora una volta la Norvegia in finale. La partita è andata ai tempi supplementari, durante i quali Heidi Mohr e Silvia Neid hanno segnato per la Germania e si sono assicurati la vittoria per 3-1.

Nel novembre 1991, la Germania ha partecipato alla prima Coppa del Mondo femminile in Cina. Dopo le vittorie su Nigeria, Taiwan e Italia, la squadra tedesca ha raggiunto i quarti di finale senza subire un solo gol. Silvia Neid ha segnato il primo gol tedesco in Coppa del Mondo il 17 novembre 1991 contro la Nigeria. La Germania ha vinto i quarti di finale contro la Danimarca 2–1 ai tempi supplementari, ma ha perso 2–5 in semifinale contro gli Stati Uniti, che hanno poi vinto il torneo. Dopo una sconfitta per 0–4 nella partita per il terzo posto contro la Svezia, la Germania è arrivata quarta nel torneo.

La squadra tedesca non è riuscita a difendere il titolo agli Europei del 1993, subendo una semifinale sconfitta contro l'Italia ai calci di rigore, e in seguito perdendo 1–3 contro la Danimarca ai playoff del terzo posto. Nonostante il risultato deludente, nuovi talenti come Steffi Jones, Maren Meinert e Silke Rottenberg hanno fatto il loro debutto nel torneo e in seguito sono diventati giocatori chiave per la squadra tedesca.

1995–2002: delusioni olimpiche e mondiali

Birgit Prinz ha segnato per la prima volta in un torneo importante nel 1995. Nel 1995, la Germania ha vinto il suo terzo campionato europeo . Dopo aver vinto tutte le partite di qualificazione, segnando 55 gol, la squadra tedesca ha sconfitto l' Inghilterra 6–2 su due gare in semifinale. La Germania ha incontrato la Svezia nella finale, giocata al Fritz Walter Stadion di Kaiserslautern, in Germania, il 26 marzo 1995. La squadra svedese è riuscita a segnare in anticipo, ma la Germania è tornata vincendo 3–2 con i gol di Maren Meinert e Birgit Prinz e Bettina Wiegmann .

Alla Coppa del Mondo femminile del 1995 in Svezia, la squadra tedesca ha perso contro le padrone di casa scandinave, ma è comunque riuscita a vincere il proprio girone battendo Giappone e Brasile . La Germania ha vinto i quarti di finale contro l'Inghilterra 3–0 e ha sconfitto la Cina 1–0 con un gol nel finale di Bettina Wiegmann in semifinale. Il 18 giugno 1995 a Stoccolma, la squadra tedesca è apparsa nella sua prima finale di Coppa del Mondo femminile. Di fronte alla Norvegia, hanno perso la partita 0–2, ma come secondi classificati hanno ottenuto il miglior risultato in Coppa del Mondo fino ad allora.

Il calcio femminile è stato giocato per la prima volta come sport olimpico alle Olimpiadi estive del 1996 . Bettina Wiegmann ha segnato il primo gol olimpico nella partita di apertura contro il Giappone, che la Germania ha vinto 3–2. Dopo aver perso la seconda partita del girone contro la Norvegia per 2–3 e pareggiando con il Brasile per 1–1, la Germania è stata eliminata, finendo terza nel girone con quattro punti in tre partite. L'allenatore Gero Bisanz si è dimesso dopo il torneo e la sua assistente dal 1983, Tina Theune, ha assunto la carica di nuovo allenatore della nazionale. Silvia Neid ha concluso la sua carriera da giocatore ed è stata nominata il nuovo vice allenatore.

Il Campionato Europeo 1997 è stato il primo test per il nuovo allenatore Theune. Dopo una sconfitta contro la Norvegia, la Germania è arrivata seconda nel girone di qualificazione e si è assicurata la qualificazione solo battendo l'Islanda negli spareggi per la retrocessione. Dopo aver pareggiato con Italia e Norvegia, una vittoria sulla Danimarca nell'ultima partita del girone ha visto la squadra tedesca passare alla fase a eliminazione diretta. Hanno battuto la Svezia 1–0 in semifinale e il 12 luglio 1997 hanno vinto il loro quarto campionato europeo con una vittoria per 2-0 sull'Italia, con i gol di Sandra Minnert e Birgit Prinz.

Alla Coppa del Mondo femminile del 1999 negli Stati Uniti, anche la squadra tedesca non è riuscita a qualificarsi direttamente, ma è riuscita a battere l' Ucraina negli spareggi di qualificazione. La Germania ha iniziato la sua campagna di Coppa del Mondo pareggiando con l'Italia e vincendo 6-0 sul Messico . Nell'ultima partita del girone, la Germania ha pareggiato 3–3 contro il Brasile; subendo un pareggio all'ultimo minuto, la Germania non è riuscita a vincere il girone e successivamente ha dovuto affrontare i padroni di casa nei quarti di finale. Con 54.642 persone presenti, tra cui il presidente degli Stati Uniti Bill Clinton, la folla al Jack Kent Cooke Stadium era la più grande davanti alla quale la squadra tedesca avesse mai giocato. Nonostante fossero in vantaggio due volte, hanno perso 2–3 contro i futuri vincitori della Coppa del Mondo.

La Germania ha gareggiato alle Olimpiadi estive del 2000, vincendo tutte e tre le partite del girone contro Australia, Brasile e Svezia. La squadra tedesca ha dominato la semifinale contro la Norvegia, ma ha perso la partita 0-1 dopo un autogol di Tina Wunderlich all'80 '. Hanno battuto il Brasile 2-0 nella partita per il terzo posto con i gol di Birgit Prinz e Renate Lingor e hanno vinto la medaglia di bronzo. È stata la prima medaglia olimpica per le federazioni calcistiche tedesche dal 1988, quando anche la squadra maschile ha vinto il bronzo.

Nel 2001, la Germania ha ospitato il Campionato Europeo . Dopo le vittorie su Svezia, Russia e Inghilterra nella fase a gironi, la squadra tedesca ha battuto la Norvegia per 1–0 in semifinale grazie a un colpo di testa in tuffo di Sandra Smisek . Il 7 luglio 2001 a Ulm, hanno incontrato la Svezia in finale, che si è giocata sotto una pioggia battente. La partita è stata senza reti dopo 90 minuti ed è andata ai tempi supplementari, dove Claudia Müller ha segnato un golden gol e si è assicurata il quinto titolo europeo per la Germania.

2003-presente: due titoli mondiali consecutivi

La Germania affronterà la Svezia nella finale della Coppa del Mondo femminile 2003 .

Alla Coppa del Mondo femminile del 2003 negli Stati Uniti, la Germania è stata sorteggiata in un girone con Canada, Giappone e Argentina . Dopo aver vinto tutte e tre le partite del girone, la squadra tedesca ha sconfitto la Russia 7-1 nei quarti di finale, che ha dato vita a un altro scontro con gli Stati Uniti. La tedesca Kerstin Garefrekes ha segnato dopo 15 minuti e il portiere Silke Rottenberg ha effettuato diverse parate importanti. Negli ultimi minuti della semifinale, Maren Meinert e Birgit Prinz hanno siglato la vittoria per 3-0. Il 12 ottobre 2003, la Germania ha incontrato la Svezia nella finale della Coppa del Mondo a Los Angeles. Gli scandinavi sono andati in vantaggio prima dell'intervallo, ma Maren Meinert ha pareggiato poco dopo l'intervallo. La partita è andata ai tempi supplementari, dove Nia Künzer ha segnato di testa il golden goal della vittoria al 98' conquistando il primo titolo di Coppa del Mondo femminile della Germania. Birgit Prinz è stata premiata come miglior giocatore e capocannoniere del torneo.

Con le vittorie su Cina e Messico, la squadra tedesca è arrivata prima nel proprio girone alle Olimpiadi estive del 2004 . Hanno battuto la Nigeria 2–1 nei quarti di finale, ma hanno subito una sconfitta in semifinale per 1–2 contro gli Stati Uniti dopo i tempi supplementari. Nella partita per il terzo posto, la Germania ha sconfitto la Svezia 1–0 con un gol di Renate Lingor, vincendo la seconda medaglia di bronzo olimpica della squadra.

Il Campionato Europeo 2005 si è svolto in Inghilterra. Con le vittorie su Norvegia, Italia e Francia nel Round 1, la squadra tedesca è passata alla semifinale, dove ha sconfitto la Finlandia 4-1. Il 19 giugno 2005 hanno incontrato la Norvegia per la terza volta nella finale del campionato europeo. La Germania ha vinto 3-1 con i gol di Inka Grings, Renate Lingor e Birgit Prinz e ha aggiunto un sesto titolo europeo. L'allenatore Tina Theune si è dimesso dopo il torneo e la sua assistente Silvia Neid ha assunto la guida della nazionale. Nel 2006, la Germania ha vinto per la prima volta l'annuale Algarve Cup .

Nadine Angerer ha parato un rigore nella finale della Coppa del Mondo femminile 2007 .

In qualità di campionessa del mondo in carica, la Germania ha giocato la partita di apertura della Coppa del Mondo femminile 2007 in Cina, surclassando l'Argentina per 11–0. Dopo un pareggio a reti inviolate contro l'Inghilterra e una vittoria per 2-0 sul Giappone, la squadra tedesca ha sconfitto la Corea del Nord 3-0 nei quarti di finale. Hanno battuto la Norvegia con lo stesso risultato in semifinale, con reti di Kerstin Stegemann, Martina Müller e un autogol norvegese. Il 30 settembre 2007, la Germania ha affrontato il Brasile nella finale della Coppa del Mondo a Shanghai . Birgit Prinz ha portato la Germania in vantaggio dopo l'intervallo e il portiere Nadine Angerer ha parato un rigore della brasiliana Marta . Simone Laudehr ha segnato un secondo gol dopo 86 minuti, che ha suggellato la vittoria tedesca per 2-0. La Germania è stata la prima squadra (maschile e femminile) a vincere la Coppa del Mondo senza subire gol e la prima a difendere con successo il titolo di Coppa del Mondo femminile. Con 14 gol, Prinz è diventato il capocannoniere assoluto del torneo .

In una replica della finale della Coppa del Mondo 2007, la squadra tedesca ha pareggiato 0-0 con il Brasile nella partita di apertura delle Olimpiadi estive 2008 . Hanno poi battuto sia la Nigeria che la Corea del Nord per passare ai quarti di finale, dove hanno sconfitto la Svezia 2-0 ai tempi supplementari. In semifinale, la Germania ha incontrato nuovamente il Brasile. Birgit Prinz ha segnato al 10 ', ma la squadra tedesca ha perso 1–4 dopo aver subito tre gol in contropiede brasiliana nel secondo tempo. Hanno battuto il Giappone 2-0 per la medaglia di bronzo, con Fatmire Bajramaj che ha segnato entrambi i gol. La terza sconfitta consecutiva in semifinale alle Olimpiadi è stata vista come una delusione sia dai giocatori che dalla stampa tedesca. La prestazione complessiva della squadra e l'allenatore Silvia Neid sono stati aspramente criticati dai media.

La Germania si è qualificata per l' Europeo 2009 in Finlandia vincendo tutte e otto le partite e segnando 34 gol. Hanno battuto Norvegia, Francia e Islanda nella fase a gironi per passare ai quarti di finale, dove hanno vinto 2-1 contro l'Italia. Dopo aver seguito la Norvegia nell'intervallo in semifinale, la squadra tedesca ha reagito ottenendo una vittoria per 3-1. Il 10 settembre 2009, hanno sconfitto l'Inghilterra 6–2 per il loro settimo trofeo europeo. Birgit Prinz e Inka Grings hanno segnato due gol, con anche Melanie Behringer e Kim Kulig . Grings ha mantenuto il suo premio come capocannoniere del torneo dal 2005, mentre la Germania ha esteso la serie di vittorie consecutive alle finali del Campionato Europeo a 19 partite consecutive risalenti al 1997.

Fara Williams infligge con calma un rigore oltre Nadine Angerer alla Coppa del Mondo femminile FIFA 2015, infliggendo la prima sconfitta in assoluto alla Germania contro l'Inghilterra

La Germania ha ospitato la Coppa del Mondo femminile FIFA 2011 e ha vinto le tre partite della fase a gironi, contro Canada, Francia e Nigeria. Ai quarti di finale, la squadra ha subito un ribaltamento da parte del Giappone, che ha vinto ai supplementari con un gol di Karina Maruyama . La sconfitta ha interrotto la serie di sedici partite di imbattibilità dei tedeschi ai Mondiali. Non essendo riuscita a finire tra le prime due squadre UEFA, la Germania non è stata in grado di qualificarsi per le Olimpiadi estive del 2012 .

Al Campionato Europeo 2013 in Svezia, i tedeschi hanno vinto il loro sesto titolo continentale consecutivo, con la partita decisiva una vittoria per 1–0 sulla Norvegia. Il portiere Nadine Angerer, che ha fermato due rigori durante la finale, è stato scelto come miglior giocatore del torneo. La Coppa del Mondo femminile FIFA 2015 ha visto la Germania raggiungere nuovamente le prime quattro. Nella semifinale contro gli Stati Uniti, Célia Šašić, capocannoniere del torneo, ha sbagliato un rigore, e successivamente i gol di Carli Lloyd e Kelley O'Hara hanno portato alla vittoria americana. La partita per il terzo posto ha visto i tedeschi perdere la prima partita in assoluto contro l'Inghilterra dopo 21 gare, a causa di un calcio di rigore di Fara Williams durante i tempi supplementari.

Alla Coppa del Mondo femminile 2019 la Germania era nel Gruppo B con Cina PR, Sud Africa e Spagna . Hanno superato il girone con tre vittorie e hanno sconfitto la Nigeria agli ottavi di finale. La Germania è stata eliminata dalla Svezia nei quarti di finale, perdendo contro di loro per la prima volta in 24 anni e subendo gli unici gol del torneo e quindi non è riuscita a qualificarsi per il torneo olimpico di calcio di Tokyo 2020.

Immagine della squadra

Soprannome

La nazionale di calcio femminile tedesca è stata conosciuta o soprannominata " Die Nationalelf (The National Eleven)".

Kit e stemma

Emblema per i Giochi Olimpici

La nazionale di calcio femminile tedesca indossa magliette bianche con pantaloncini neri e calzettoni bianchi, seguendo la tradizione della squadra maschile tedesca : il bianco e il nero sono i colori della Prussia . L'attuale kit di cambio è tutto verde scuro. In passato, la Germania utilizzava anche magliette verdi con pantaloncini bianchi e calzettoni verdi come divisa da trasferta, oltre a una divisa rossa e nera, con pantaloncini neri e calzettoni rossi.

La nazionale femminile originariamente giocava con lo stemma della squadra maschile tedesca, una variazione del logo DFB con l'aquila federale di Germania ( Bundesadler ) e tre stelle al vertice per i titoli di Coppa del Mondo maschile 1954, 1974 e 1990 . Dalla loro prima vittoria in Coppa del Mondo femminile nel 2003, la squadra mostra i propri titoli di Coppa del Mondo; inizialmente con una stella e dal 2007 con due stelle nella parte superiore dello stemma. Pur essendo campione del mondo in carica, la Germania ha anche mostrato il "FIFA Women's World Champions Badge" appena creato sulle sue magliette dal 2009 al 2011, quando le successe il Giappone.

Per la Coppa del Mondo femminile FIFA 2019, la divisa della squadra comprendeva calzini bianchi, pantaloncini neri e una maglia principalmente bianca con una versione distorta di una bandiera tedesca sventolante resa in nero, rosso e oro.

Il kit attuale prevede una maglia girocollo bianca con un gessato orizzontale nero e i colori della bandiera tedesca sulle maniche.

Versetto dell'inno nazionale sul colletto.

In conformità con le regole del Comitato Olimpico Internazionale, la Germania non indossa la sua divisa ufficiale con il logo della Federcalcio tedesca mentre gareggia alle Olimpiadi estive. Invece, il badge DFB è sostituito dallo stemma della Germania . Come tutte le squadre della DFB, la nazionale femminile è fornita dall'Adidas, che dal 1999 fornisce una maglia da calcio femminile appositamente progettata. Lo sponsor principale della squadra è la compagnia assicurativa tedesca Allianz .

Stadio di casa

La nazionale di calcio tedesca non ha uno stadio nazionale . Come gli uomini, la squadra femminile gioca le partite casalinghe in diversi stadi del paese. A giugno 2011, hanno suonato in 87 diverse città tedesche. La maggior parte delle partite casalinghe si sono svolte a Osnabrück con sei partite, seguite da Ulm (cinque partite) e Bochum, Kaiserslautern, Koblenz, Lüdenscheid, Rheine, Siegen e Weil am Rhein (tre partite ciascuna). La prima partita casalinga nell'ex Germania dell'Est si è giocata ad Aue nel maggio 1991.

La Germania gioca con il Brasile davanti a 44.825 spettatori a Francoforte .

Negli anni '80 e '90, le partite casalinghe si giocavano principalmente in città più piccole senza squadre di calcio professionistiche. Man mano che la squadra ha avuto più successo, soprattutto dopo la vittoria della Coppa del Mondo nel 2003, il numero di spettatori è aumentato di conseguenza. Oggi la squadra gioca di solito negli stadi con 10.000-25.000 posti a sedere. Le dieci maggiori città tedesche hanno ospitato solo cinque partite internazionali. La squadra ha giocato due volte a Francoforte e Berlino e una volta ad Amburgo . Brema, Dortmund, Düsseldorf, Essen, Colonia, Monaco e Stoccarda non hanno mai ospitato una partita internazionale della squadra femminile.

Al di fuori della Germania, hanno giocato il maggior numero di partite a Faro, Portogallo (10 partite) e Guangzhou, Cina (sei partite), le città ospitanti rispettivamente dell'annuale Coppa dell'Algarve e del Torneo delle Quattro Nazioni . Hanno anche giocato cinque partite ad Albufeira, in Portogallo (anche sede dell'Algarve Cup), e quattro volte a Minneapolis negli Stati Uniti.

Il record di presenze per la Germania è stato di 73.680 nella partita di apertura della Coppa del Mondo femminile 2011 contro il Canada allo Stadio Olimpico di Berlino. Quella partita ha anche stabilito un nuovo record europeo nel calcio femminile. Fuori casa, il record di spettatori della squadra è stato di 54.642 nei quarti di finale della Coppa del Mondo femminile 1999 contro gli Stati Uniti al Jack Kent Cooke Stadium di Landover .

Accettazione e popolarità

Per la maggior parte del 20° secolo, il calcio femminile è stato uno sport di nicchia in Germania ed è stato disapprovato. Quando la DFB ha nominato Gero Bisanz ad allenare la neonata nazionale femminile, inizialmente era molto riluttante riguardo al suo incarico e temeva che avrebbe danneggiato la sua reputazione. La vittoria del Campionato Europeo del 1989 è stato il primo successo internazionale della squadra, ma ha avuto scarsi effetti duraturi sulla loro popolarità. Come regalo per il primo trofeo europeo, ogni giocatore ha ricevuto un servizio da , che viene spesso citato come esempio di sciovinismo maschile e generale disinteresse per la nazionale femminile dell'epoca. Questo atteggiamento all'interno della Federcalcio tedesca è cambiato notevolmente negli ultimi due decenni, in particolare durante il mandato di Theo Zwanziger come presidente della DFB, una schietta sostenitrice del calcio femminile. Ogni membro della squadra della Coppa del Mondo femminile 2003 ha ricevuto un bonus prestabilito di 15.000 euro per aver vinto il torneo; quattro anni dopo i giocatori hanno ricevuto 50.000 euro per la difesa del titolo di successo. Nel 2009, un milione dei 6,7 milioni di membri DFB erano donne.

Il titolo della Coppa del Mondo 2003 ha segnato la svolta per la nazionale di calcio femminile in Germania. La finale è stata vista da 10,48 milioni di telespettatori alla televisione tedesca (una quota di mercato del 33,2%) e la squadra tedesca è stata accolta a casa da quasi 10.000 tifosi nel municipio di Francoforte . Nello stesso anno, sono stati premiati come la squadra sportiva tedesca dell'anno 2003 . Il golden goal della vittoria della Coppa del Mondo di Nia Künzer è stato votato dalla Germania come Goal of the Year 2003, la prima volta che il premio è stato vinto da una giocatrice. Dal 2005, quasi tutte le partite della nazionale di calcio femminile sono state trasmesse in diretta dalla televisione tedesca.

Arrivo a Francoforte dopo aver vinto la Coppa del Mondo femminile 2007

La finale della Coppa del Mondo femminile 2007 è stata vista da 9,05 milioni di telespettatori (una quota di mercato del 50,5%). Dopo che la squadra è tornata in Germania, è stata celebrata da una folla di 20.000 spettatori a Francoforte. Nel dicembre 2007, tutti i giocatori della squadra della Coppa del Mondo hanno ricevuto la Silberne Lorbeerblatt (Foglia d'alloro d'argento), la più alta decorazione statale per gli atleti in Germania. L'allenatore della nazionale Silvia Neid è stato insignito della Croce al merito federale dal presidente tedesco Horst Köhler .

Nel 2009, le sei partite casalinghe della squadra hanno avuto una media di 22.753 spettatori. In un sondaggio tra i tifosi di calcio tedeschi, il 65% degli intervistati maschi e il 62% delle donne hanno dichiarato di essere interessato al calcio femminile. Tuttavia, questa popolarità è per lo più limitata alle partite internazionali. Sebbene il numero di spettatori della Bundesliga femminile sia più che raddoppiato dal 2003, la presenza media nella stagione 2007-2008 (887) è stata ancora inferiore al tre percento di quella della Bundesliga maschile (38.612).

Il calcio femminile è socialmente accettato in Germania, anche se uno dei principali punti di critica rimane la presunta mancanza di qualità rispetto al gioco maschile. La nazionale femminile tedesca ha giocato diverse partite di esibizione contro squadre maschili, in particolare perdendo 0–3 contro la squadra Under 17 del VfB Stuttgart in preparazione alla Coppa del Mondo 2003. La maggior parte dei giocatori tedeschi respinge i confronti tra la qualità del calcio maschile e femminile; Renate Lingor ha detto che sono "due sport completamente diversi". Giocatori come Simone Laudehr, Ariane Hingst e Melanie Behringer hanno affermato che il calcio maschile si gioca a un ritmo più veloce, ma ha anche più interruzioni e contrasti brutali rispetto al gioco femminile. Linda Bresonik ha detto che generalmente preferisce guardare il calcio maschile.

Risultati e infissi

Di seguito è riportato un elenco dei risultati delle partite negli ultimi 12 mesi, nonché di tutte le partite future che sono state programmate.

Leggenda

Vincita Disegno Perdere Nulla o posticipata Apparecchio

2021

Bulgaria
18 settembre 2021 Qualificazioni Mondiali 2023 Germania 7–0 Bulgaria Cottbus
16:10
Rapporto Stadio: Stadion der Freundschaft
Arbitro: Ivana Projkovska ( Macedonia del Nord )
21 settembre 2021 Qualificazioni Mondiali 2023 Germania 5–1 Serbia Chemnitz
16:00
Rapporto Stadio: Stadion an der Gellertstraße
Presenze: 1.604
Arbitro: Kirsty Dowle ( Inghilterra )
21 ottobre 2021 Qualificazioni Mondiali 2023 Israele 0–1 Germania Petah Tikva
18:00 Rapporto Huth 18 ' Stadio: Stadio HaMoshava
Arbitro: Tanja Subotič ( Slovenia )
26 ottobre 2021 Qualificazioni Mondiali 2023 Germania 7–0 Israele Essen
16:05
Rapporto Stadio: Stadion Essen
Presenze: 1.814
Arbitro: Elvira Nurmustafina ( Kazakistan )
26 novembre 2021 Qualificazioni Mondiali 2023 Germania 8–0 Tacchino Braunschweig
16:00
Rapporto Stadio: Eintracht-Stadion
Presenze: 2.583
Arbitro: Aleksandra Česen ( Slovenia )
30 novembre 2021 Qualificazioni Mondiali 2023 Portogallo 1–3 Germania Faro
19:00 Frohms 34 ' ( og ) Rapporto
Stadio: Estádio de São Luís
Arbitro: Rebecca Welch ( Inghilterra )

2022

17 febbraio 2022 Coppa Arnold Clark Germania 1–1 Spagna Middlesbrough, Inghilterra
14:30 Rapporto
Stadio: Riverside Stadium
Presenze: 249
Arbitro: Tess Oloffson ( Svezia )
20 febbraio 2022 Coppa Arnold Clark Canada 1–0 Germania Norwich, Inghilterra
20:15
Rapporto Stadio: Carrow Road
Presenze: 119
Arbitro: Emikar Caldera ( Venezuela )
23 febbraio 2022 Coppa Arnold Clark Inghilterra 3–1 Germania Wolverhampton, Inghilterra
19:30
Rapporto
Stadio: Molineux Stadium
Presenze: 14.463
Arbitro: Lina Lehtovaara ( Finlandia )
9 aprile 2022 Qualificazioni Mondiali 2023 Germania 3–0 Portogallo Bielefeld
16:10
Rapporto Stadio: Bielefelder Alm
Presenze: 7.364
Arbitro: Lina Lehtovaara ( Finlandia )
12 aprile 2022 Qualificazioni Mondiali 2023 Serbia 3–2 Germania Stara Pazova
16:00
Rapporto
Stadio: Serbian FA Sports Center
Arbitro: Tess Olofsson ( Svezia )
24 giugno 2022 Amichevole Germania 7–0 Svizzera Erfurt
17:00
Rapporto Stadio: Steigerwaldstadion
Arbitro: Kirsty Dowle ( Inghilterra )
8 luglio 2022 UEFA Euro 2022 GS Germania 4–0 Danimarca Brentford, Inghilterra
20:00 UTC+1 Rapporto Stadio: Brentford Community Stadium
Presenze: 15.736
Arbitro: Esther Staubli ( Svizzera )
12 luglio 2022 UEFA Euro 2022 GS Germania 2–0 Spagna Brentford, Inghilterra
20:00 UTC+1
Rapporto Stadio: Brentford Community Stadium
Presenze: 16.037
Arbitro: Stéphanie Frappart ( Francia )
16 luglio 2022 UEFA Euro 2022 GS Finlandia 0–3 Germania Milton Keynes, Inghilterra
20:00 UTC+1 Rapporto
Stadio: Stadium MK
Presenze: 20.721
Arbitro: Emikar Calderas Barrera ( Venezuela )
21 luglio 2022 ( 2022-07-21 ) UEFA Euro 2022 QF Germania 2–0 Austria Londra, Inghilterra
20:00 UTC+1
Rapporto Stadio: Brentford Community Stadium
Presenze: 16.025
Arbitro: Rebecca Welch ( Inghilterra )
27 luglio 2022 ( 2022-07-27 ) UEFA Euro 2022 SF Germania 2–1 Francia Milton Keynes, Inghilterra
20:00 UTC+1
Rapporto
Stadio: Stadium MK
Arbitro: Cheryl Foster ( Galles )
31 luglio 2022 ( 2022-07-31 ) UEFA Euro 2022 F Inghilterra 2–1 ( et ) Germania Londra, Inghilterra
17:00 UTC+1
Rapporto
Stadio: Stadio di Wembley
Presenze: 87.192
Arbitro: Kateryna Monzul ( Ucraina )
3 settembre 2022 Qualificazioni Mondiali 2023 Tacchino v Germania
Rapporto
6 settembre 2022 Qualificazioni Mondiali 2023 Bulgaria v Germania
Rapporto
7 ottobre 2022 Amichevole Germania v Francia Dresda
20:30 Rapporto Stadio: Rudolf-Harbig-Stadion

Personale tecnico

Personale tecnico attuale

Posizione Nome
Capo allenatore Martina Voss-Tecklenburg
Allenatore in seconda Britta Carlson
Allenatore in seconda Thomas Nörenberg
Allenatore in seconda Patrik Grolimund
Allenatore dei portieri Michael Fuchs
Medico di squadra Bernd Lasarzewski

Storia del gestore

Nome Tenore P w D l % Risultati
Germania Gero Bisanzi 1982–1996 127 83 17 27 065.35 Campionati Europei 1984 – mancata qualificazione
UEFA Euro 1987 – mancata qualificazione
UEFA Euro 1989campionessa
UEFA Euro 1991campionessa
Coppa del Mondo femminile 1991 – quarto posto
UEFA Euro 1993 – quarto posto
UEFA Euro 1995campionessa
Coppa del Mondo femminile 1995 – seconda classificata
Olimpiadi estive 1996 - fase a gironi
Germania Tina Theune 1996–2005 135 93 18 24 068.89 UEFA Euro 1997campionessa
Coppa del Mondo femminile 1999 – quarti di finale
Olimpiadi estive 2000 – medaglia di bronzo
UEFA Euro 2001campionessa
Coppa del Mondo femminile 2003campionessa
Olimpiadi estive 2004 – medaglia di bronzo
2005 UEFA Eurocampionessa
Germania Silvia Neid 2005–2016 169 125 22 22 073.96 Coppa del Mondo femminile 2007campionessa
Olimpiadi estive 2008 – medaglia di bronzo
UEFA Euro 2009campionessa
Coppa del mondo femminile 2011 – quarti di finale
Olimpiadi estive 2012 – mancata qualificazione
UEFA Euro 2013campionessa
Coppa del mondo femminile 2015 – quarto posto
Olimpiadi estive 2016campionessa
Germania Steffi Jones 2016–2018 22 13 4 5 059.09 2017 UEFA Euro – quarti di finale
Germania Horst Hrubesch (provvisorio) 2018 8 7 1 0 087.50
Germania Martina Voss-Tecklenburg 2019– 43 33 3 7 076.74 Coppa del Mondo femminile 2019 - quarti di finale
Olimpiadi estive 2020 - non si è qualificata a
UEFA Euro 2022 - seconda classificata
Totale 505 355 65 85 070.30
* Legenda: partite P giocate, partite W vinte, partite D pareggiate; L–partite perse, %–percentuale di vittorie. Statistiche al 31 luglio 2022.

L'ex nazionale tedesca Martina Voss-Tecklenburg è l'attuale allenatore della nazionale di calcio femminile tedesca. Il titolo ufficiale dell'allenatore è DFB-Trainer ed è impiegato dalla Federcalcio tedesca.

  • Gero Bisanz (1982–1996) è stato il primo allenatore della nazionale femminile. Ha selezionato la sua prima squadra nel settembre 1982. Allo stesso tempo, ha anche lavorato come capo istruttore per l'allenamento di allenatore della DFB dal 1971 al 2000. Bisanz ha guidato la squadra tedesca a tre Campionati Europei nel 1989, 1991 e 1995. Sotto Bisanz, Germania è stata anche seconda ai Mondiali femminili del 1995 . Si è dimesso dopo che la squadra tedesca è stata eliminata nel Round 1 alle Olimpiadi estive del 1996 . Con la sua assistente dal 1983, Tina Theune, ha costruito un sistema di scouting ed è stato responsabile di un nuovo programma giovanile DFB.
  • Tina Theune (1996–2005) ha assunto la carica di capo allenatore dopo le Olimpiadi estive del 1996. È stata la prima donna ad acquisire la più alta licenza di allenatore di calcio tedesco. Theune è stata responsabile di tre titoli di Campionati Europei nel 1997, 2001 e 2005. Durante il suo periodo come capo allenatore, la Germania ha vinto la medaglia di bronzo alle Olimpiadi estive del 2000 e del. Il suo più grande successo è stato il titolo di Coppa del Mondo femminile 2003 . Theune è l'allenatore della nazionale di maggior successo fino ad oggi. Ha beneficiato di un efficace programma giovanile e ha integrato diversi giocatori Under 19 nella squadra nazionale. Theune si è dimesso dopo aver vinto il Campionato Europeo nel 2005.
  • Silvia Neid (2005–2016) è stata vice-allenatore della squadra dal 1996 al 2005 e capo allenatore della squadra tedesca Under 19, che ha vinto il Campionato del mondo femminile Under 19 2004 . Nel luglio 2005 è diventata l'allenatore capo della squadra e l' Algarve Cup 2006 ha segnato la sua prima vittoria in un torneo. Vincendo la Coppa del Mondo femminile 2007, Neid è diventata il primo allenatore della nazionale tedesca (squadra maschile e femminile) a vincere la Coppa del Mondo al primo tentativo. Alle sue prime Olimpiadi estive come allenatore nel 2008, la Germania ha vinto la medaglia di bronzo per la terza volta. Neid è stata anche responsabile del settimo Campionato Europeo della Germania nel 2009. È stata ingaggiata fino al 2016 e la sua assistente era Ulrike Ballweg.
  • Il 30 marzo 2015, DFB ha annunciato che Steffi Jones (2016-2018) sarebbe diventato il nuovo allenatore tedesco nel 2016.
  • Horst Hrubesch (2018) ha assunto la carica di capo allenatore ad interim nel 2018.
  • Martina Voss-Tecklenburg (2019– ) è poi diventata la nuova allenatrice nel 2019.

Squadra

Squadra attuale

I seguenti giocatori sono stati nominati per UEFA Women's Euro 2022, tra il 6 e il 31 luglio 2022.

Presenze e gol al 31 luglio 2022.
No. Pos. Giocatore Data di nascita (età) Cappellini Obiettivi Club
1 1GK Merle Frohms ( 1995-01-28 )28 gennaio 1995 (27 anni) 33 0 Germania VfL Wolfsburg
12 1GK Almuth Schult ( 1991-02-09 )9 febbraio 1991 (31 anni) 64 0 stati Uniti Angel City FC
21 1GK Ann-Katrin Berger ( 1990-10-09 )9 ottobre 1990 (31 anni) 3 0 Inghilterra Chelsea

2 2DF Sofia Kleinherne ( 2000-04-12 )12 aprile 2000 (22 anni) 19 1 Germania Eintracht Francoforte
3 2DF Kathrin Hendrich ( 1992-04-06 )6 aprile 1992 (30 anni) 52 5 Germania VfL Wolfsburg
5 2DF Marina Hegering ( 17-04-1990 )17 aprile 1990 (32 anni) 26 3 Germania Bayern Monaco
15 2DF Giulia Gwinn ( 02-07-1999 )2 luglio 1999 (23 anni) 33 3 Germania Bayern Monaco
17 2DF Felicita Rauch ( 1996-04-30 )30 aprile 1996 (26 anni) 26 3 Germania VfL Wolfsburg
23 2DF Sara Doorsoun ( 17-11-1991 )17 novembre 1991 (30 anni) 39 1 Germania Eintracht Francoforte

4 3MF Lena Lattwein ( 2000-05-02 )2 maggio 2000 (22 anni) 22 1 Germania VfL Wolfsburg
6 3MF Lena Oberdorf ( 2001-12-19 )19 dicembre 2001 (20 anni) 32 3 Germania VfL Wolfsburg
8 3MF Sydney Lohmann ( 2000-06-19 )19 giugno 2000 (22 anni) 16 2 Germania Bayern Monaco
9 3MF Svenja Huth ( 1991-01-25 )25 gennaio 1991 (31 anni) 72 13 Germania VfL Wolfsburg
13 3MF Sara Däbritz ( 15-02-1995 )15 febbraio 1995 (27 anni) 92 17 Francia Lione
16 3MF Linda Dallmann ( 1994-09-02 )2 settembre 1994 (27 anni) 51 12 Germania Bayern Monaco
20 3MF Lina Magull ( 15-08-1994 )15 agosto 1994 (27 anni) 65 22 Germania Bayern Monaco
22 3MF Jule Brand ( 2002-10-16 )16 ottobre 2002 (19 anni) 22 5 Germania VfL Wolfsburg

7 4FW Lea Schüller ( 1997-11-12 )12 novembre 1997 (24 anni) 41 26 Germania Bayern Monaco
10 4FW Laura Freigang ( 1998-02-01 )1 febbraio 1998 (24 anni) 14 9 Germania Eintracht Francoforte
11 4FW Alexandra Popp ( capitano ) ( 1991-04-06 )6 aprile 1991 (31 anni) 119 59 Germania VfL Wolfsburg
14 4FW Nicole Anyomi ( 2000-02-10 )10 febbraio 2000 (22 anni) 10 1 Germania Eintracht Francoforte
18 4FW Tabea Waßmuth ( 1996-08-26 )26 agosto 1996 (25 anni) 19 5 Germania VfL Wolfsburg
19 4FW Klara Buhl ( 2000-12-07 )7 dicembre 2000 (21 anni) 28 13 Germania Bayern Monaco

Chiamate recenti

I seguenti giocatori sono stati nominati in una rosa negli ultimi 12 mesi.

Pos. Giocatore Data di nascita (età) Cappellini Obiettivi Club Ultima convocazione
GK Martina Tufekovic ( 16-07-1994 )16 luglio 1994 (28 anni) 0 0 Germania 1899 Hoffenheim UEFA Women's Euro 2022 PRE
GK Laura Benkarth ( 1992-10-14 )14 ottobre 1992 (29 anni) 11 0 Germania Bayern Monaco c. Turchia, 26 novembre 2021

DF Jana Feldkamp ( 15-03-1998 )15 marzo 1998 (24 anni) 13 0 Germania 1899 Hoffenheim UEFA Women's Euro 2022 PRE
DF Massimiliano Rall ( 1993-11-18 )18 novembre 1993 (28 anni) 8 0 Germania Bayern Monaco UEFA Women's Euro 2022 PRE
DF Sara Linder ( 1999-10-26 )26 ottobre 1999 (22 anni) 0 0 Germania 1899 Hoffenheim c. Serbia, 12 aprile 2022
DF Leonie Maier ( 1992-09-29 )29 settembre 1992 (29 anni) 79 11 Inghilterra Everton Coppa Arnold Clark 2022, 23 febbraio 2022
DF Pia-Sophie Wolter ( 13-11-1997 )13 novembre 1997 (24 anni) 1 0 Germania VfL Wolfsburg c. Serbia, 21 settembre 2021

MF Chantal Hagel ( 1998-07-20 )20 luglio 1998 (24 anni) 3 0 Germania 1899 Hoffenheim UEFA Women's Euro 2022 PRE
MF Sjoeke Nusken ( 22-01-2001 )22 gennaio 2001 (21 anni) 9 2 Germania Eintracht Francoforte UEFA Women's Euro 2022 PRE
MF Dzsenifer Marozsán ( 18-04-1992 )18 aprile 1992 (30 anni) 111 33 Francia Olimpico Lione c. Serbia, 12 aprile 2022
MF Ramona Petzelberger ( 13-11-1992 )13 novembre 1992 (29 anni) 0 0 Inghilterra Aston Villa c. Serbia, 12 aprile 2022
MF Fabienne Dongus ( 11-05-1994 )11 maggio 1994 (28 anni) 4 0 Germania 1899 Hoffenheim Coppa Arnold Clark 2022, 23 febbraio 2022
MF Melanie Leupolz ( 14-04-1994 )14 aprile 1994 (28 anni) 75 13 Inghilterra Chelsea c. Portogallo, 30 novembre 2021

FW Selina Cerci ( 31-05-2000 )31 maggio 2000 (22 anni) 2 0 Germania Turbina Potsdam Coppa Arnold Clark 2022, 23 febbraio 2022
FW Hasret Kayikci ( 1991-11-06 )6 novembre 1991 (30 anni) 11 6 Germania SC Friburgo Coppa Arnold Clark 2022, 23 febbraio 2022
FW Lena Petermann ( 05-02-1994 )5 febbraio 1994 (28 anni) 21 5 Francia Montpellier HSC c. Portogallo, 30 novembre 2021

Appunti:

  • PRE : Squadra preliminare / standby

Record

A partire dal 28 luglio 2022
I giocatori in grassetto sono ancora attivi, almeno a livello di club.

Giocatori con più presenze

# Nome Carriera in Germania Cappellini Obiettivi
1 Birgit Prinz 1994–2011 214 128
2 Kerstin Stegemann 1995–2009 191 8
3 Arianna Hingst 1996–2011 174 10
4 Anja Mittag 2004–2017 158 50
5 Bettina Wiegmann 1989–2003 154 51
6 Renate Lingor 1995–2008 149 35
7 Sandra Minnert 1992–2007 147 16
8 Nadine Angerer 1996–2015 146 0
9 Doris Fitschen 1986–2001 144 16
10 Annike Krahn 2007–2016 137 5

Migliori marcatori

# Nome Carriera in Germania Obiettivi Cappellini Rapporto
1 Birgit Prinz 1994–2011 128 214 0.6
2 Heidi Mohr 1986–1996 83 104 0.8
3 Inka Grings 1996–2012 64 96 0,67
4 Célia Šašić 2005–2015 63 111 0,57
5 Alessandra Popp 2010– 59 119 0,5
6 Bettina Wiegmann 1989–2003 51 154 0,33
7 Anja Mittag 2004–2017 50 158 0,32
8 Silvia Neid 1982–1996 48 111 0,43
9 Kerstin Garefrekes 2001–2011 43 130 0,33
10 Martina Muller 2001–2014 37 101 0,37
Birgit Prinz è la giocatrice tedesca con più presenze con 214 presenze e il capocannoniere di sempre con 128.

Birgit Prinz, ex capitano della squadra che si è ritirata dopo i Mondiali del 2011, detiene il record di presenze della Germania, avendo giocato 214 volte dal 1994 al 2011. È una dei 21 giocatori tedeschi ad aver raggiunto le 100 presenze . Kerstin Stegemann è seconda, avendo giocato 191 volte. Bettina Wiegmann, capitano della squadra tedesca durante la vittoria della Coppa del Mondo 2003, arriva quarta con 154 partite. Prinz ha superato il record di Wiegmann come giocatrice con più presenze nel novembre 2006. Prinz ha anche detenuto il record per il maggior numero di presenze di un giocatore europeo fino al 15 giugno 2021, quando è stata superata dalla svedese Caroline Seger

Wiegmann e Prinz sono stati successivamente insigniti del titolo di capitano onorario della nazionale di calcio femminile tedesca.

Il titolo di miglior marcatore della Germania è detenuto anche da Prinz. Ha segnato il suo primo gol nel luglio 1994 contro il Canada e ha concluso la sua carriera con 128 gol (una media di 0,60 gol a partita). Heidi Mohr, oltre ad essere il secondo miglior marcatore, è anche la più prolifica con 83 gol in 104 partite (con una media di 0,80 gol a partita). Due giocatori condividono il record di gol segnati in una partita: Conny Pohlers ha segnato cinque gol nell'ottobre 2001 contro il Portogallo e Inka Grings ha segnato cinque gol nel febbraio 2004, ancora una volta contro il Portogallo. Silvia Neid, l'ex Ct della nazionale tedesca, è il sesto miglior marcatore con 48 gol in 111 partite.

Il più grande margine di vittoria ottenuto dalla Germania è 17-0 contro il Kazakistan durante una partita di qualificazione ai Campionati Europei nel novembre 2011. La sconfitta record, uno svantaggio di 0-6 contro gli Stati Uniti, si è verificata durante un'amichevole nel marzo 1996.

L'ex portiere Nadine Angerer ha il maggior numero di presenze come portiere, con 145 partite da portiere (89 senza subire gol) e una partita da sostituto come difensore. Silke Rottenberg è seconda con 126 presenze e 68 partite senza subire gol. Bettina Wiegmann detiene il record di 14 gol su rigore; Renate Lingor arriva seconda con 8 gol. Tina Wunderlich ha segnato l'unico autogol della squadra nella semifinale delle Olimpiadi estive del 2000 contro la Norvegia ; era l'unico obiettivo del gioco.

La squadra tedesca detiene anche diversi record internazionali. Nel 2007, sono state le prime a vincere due titoli consecutivi di Coppa del Mondo femminile e hanno ottenuto l'allora più grande vittoria nella storia del torneo battendo l'Argentina 11-0, la Germania è anche l'unica squadra a vincere la Coppa del Mondo femminile senza subire gol e l'unico paese a vincere entrambi i Mondiali. Con 14 gol, Prinz è diventata la capocannoniere assoluta alla Coppa del Mondo femminile nel 2007 e lei e la brasiliana Marta sono le uniche donne ad aver ricevuto il premio FIFA World Player of the Year almeno tre volte.

Record competitivo

Coppa del Mondo femminile FIFA

La Germania è una delle nazioni di maggior successo alla Coppa del Mondo femminile FIFA, avendo vinto il torneo due volte e arrivando seconda una volta. La squadra tedesca ha vinto la Coppa del Mondo nel 2003 e nel 2007. Alla prima Coppa del Mondo nel 1991, ha concluso al quarto posto. Nel 1995 la Germania raggiunse la finale dei Mondiali, ma fu sconfitta dalla Norvegia . I peggiori risultati della squadra sono stati le sconfitte nei quarti di finale contro gli Stati Uniti nel 1999, il Giappone nel 2011 e la Svezia nel 2019. Nel complesso, la squadra tedesca è apparsa in tre finali di Coppa del Mondo femminile ed è semifinalista cinque volte. Hanno partecipato a tutti i Mondiali femminili e hanno un record di 30–5–9 vittorie, pareggi e sconfitte.

Record di Coppa del Mondo femminile FIFA Record di qualificazione
Anno Risultato Partite Vince Disegna* Perdite GF GA Partite Vince Disegna* Perdite GF GA
Cina 1991 Quarto posto 6 4 0 2 13 10 UEFA Women's Euro 1991
Svezia 1995 Secondi classificati 6 4 0 2 13 6 UEFA Women's Euro 1995
stati Uniti 1999 Quarti di finale 4 1 2 1 12 7 8 5 1 2 15 6
stati Uniti 2003 Campioni 6 6 0 0 25 4 6 6 0 0 30 1
Cina 2007 Campioni 6 5 1 0 21 0 8 8 0 0 31 3
Germania 2011 Quarti di finale 4 3 0 1 7 4 Qualificato come host
Canada 2015 Quarto posto 7 3 2 2 20 6 10 10 0 0 62 4
Francia 2019 Quarti di finale 5 4 0 1 10 2 8 7 0 1 38 3
Australia Nuova Zelanda 2023 Essere determinati Essere determinati
Totale 8/9 44 30 5* 9 121 39 40 36 1* 3 176 17
*Denota i pareggi inclusi gli incontri a eliminazione diretta decisi sui calci di rigore .
**Il colore di sfondo dorato indica che il torneo è stato vinto.
***Il colore del bordo rosso indica che il torneo si è svolto in casa.

Olimpiadi

Il calcio femminile ha debuttato alle Olimpiadi estive del 1996 e Bettina Wiegmann ha segnato il primo gol olimpico nella partita di apertura del torneo. Tuttavia, la Germania non è riuscita a passare alla fase a eliminazione diretta ed è stata eliminata dopo il Round 1. Quattro anni dopo la squadra tedesca ha vinto la medaglia di bronzo alle Olimpiadi estive del 2000 . Sono nuovamente arrivati ​​​​terzi alle Olimpiadi estive del 2004 e del 2008 .

La squadra tedesca si è qualificata per tutti i tornei di calcio olimpici femminili fino al 2008. Tuttavia, non è riuscita a qualificarsi per il torneo del 2012 poiché la UEFA ha utilizzato la Coppa del Mondo 2011 per la qualificazione e la Germania è finita sotto Francia e Svezia . La squadra tedesca ha battuto la Svezia nella finale delle Olimpiadi di Rio nel 2016 ottenendo la prima medaglia d'oro olimpica.

Record delle Olimpiadi estive
Anno Risultato Partite Vince disegna Perdite GF GA
stati Uniti 1996 Turno 1 3 1 1 1 6 6
Australia 2000 Terzo posto 5 4 0 1 8 2
Grecia 2004 Terzo posto 5 4 0 1 14 3
Cina 2008 Terzo posto 6 4 1 1 7 4
Regno Unito 2012 Non si è qualificato
Brasile 2016 Campioni 6 4 1 1 14 6
Giappone 2020 Non si è qualificato
Totale 5/7 25 17 3 5 49 21

Campionato femminile UEFA

La Germania non è riuscita a qualificarsi per i primi due Campionati Europei UEFA nel 1984 e nel 1987. Dal 1989, la squadra tedesca ha partecipato a tutti i tornei ed è la campionessa europea record con otto titoli. La Germania ha vinto sei campionati consecutivi dal 1995 al 2013 e ha un record complessivo di 31–6–3 vittorie, pareggi e sconfitte. Il peggior risultato tedesco alle finali del campionato europeo è stato il quinto posto nel 2017.

Record del Campionato femminile UEFA Record di qualificazione
Anno Risultato Partite Vince Disegna* Perdite GF GA Partite Vince Disegna* Perdite GF GA
1984 **** Non si è qualificato 6 0 5 1 6 7
Norvegia 1987 6 2 1 3 5 7
Germania dell'Ovest 1989 Campioni 2 1 1 0 5 2 8 5 3 0 21 1
Danimarca 1991 Campioni 2 2 0 0 6 1 8 7 1 0 24 2
Italia 1993 Quarto posto 2 0 1 1 2 4 3 2 1 0 10 0
Inghilterra Germania Norvegia Svezia 1995 Campioni 3 3 0 0 14 4 8 8 0 0 60 0
Norvegia Svezia 1997 Campioni 5 3 2 0 6 1 8 6 1 1 22 3
Germania 2001 Campioni 5 5 0 0 13 1 6 5 1 0 27 5
Inghilterra 2005 Campioni 5 5 0 0 15 2 8 8 0 0 50 2
Finlandia 2009 Campioni 6 6 0 0 21 5 8 8 0 0 34 1
Svezia 2013 Campioni 6 4 1 1 6 1 10 9 1 0 64 3
Olanda 2017 Quarti di finale 4 2 1 1 5 3 8 8 0 0 35 0
Inghilterra 2022 Secondi classificati 6 5 0 1 14 3 8 8 0 0 46 1
Totale 13/11 46 36 6* 4 107 27 95 76 14* 5 404 32
*Denota i pareggi inclusi gli incontri a eliminazione diretta decisi sui calci di rigore .
**Il colore di sfondo dorato indica che il torneo è stato vinto.
***Il colore del bordo rosso indica che il torneo si è svolto in casa.
****La bandiera mancante non indica il paese ospitante; torneo è stato giocato a ottavi di finale (ad eccezione della finale del 1995).

Onori

Grandi competizioni

Coppa del Mondo femminile FIFA

Campionato femminile UEFA

Giochi olimpici estivi

Panoramica
Evento 1 ° posto 2° posto 3° posto 4° posto
Coppa del Mondo femminile FIFA 2 1 0 2
Campionato femminile UEFA 8 1 0 1
Giochi olimpici estivi 1 0 3 0
Totale 11 2 3 3

Concorsi minori

Coppa dell'Algarve

Torneo mondiale ad inviti femminile

Shebelieves Cup

Mundialito

  • Secondo classificato: 1984

Torneo Quattro Nazioni

Coppa Arnold Clark

Titoli

Risultati
Preceduto da Campioni del mondo
2003 (primo titolo)
2007 (secondo titolo)
seguito da
Preceduto da Campioni olimpici
2016 (primo titolo)
seguito da
Preceduto da Campioni d'Europa
1989 (primo titolo)
1991 (secondo titolo)
seguito da
Preceduto da Campioni d'Europa
1995 (terzo titolo)
1997 (quarto titolo)
2001 (quinto titolo)
2005 (sesto titolo)
2009 (settimo titolo)
2013 (ottavo titolo)
seguito da

Guarda anche

Appunti

Riferimenti

link esterno